Cronaca Cinisello Balsamo / Via Cesare Cantù

Imprenditore cattolico concede il congedo matrimoniale alle coppie gay

La scelta di Umberto Costamagna, presidente di Call&Call, società di contact center con sede legale a Cinisello Balsamo

Si definisce cattolico praticante Umberto Costamagna, 58 anni, imprenditore, presidente della Call & Call, società di call center con varie sedi in Italia tra cui una a Cinisello Balsamo, dove c'è anche la sede legale. E fin qui niente di strano. Senonché Costamagna ha fatto una scelta in apparente controtendenza rispetto alla sua fede; e peraltro non richiesta da alcuna legge nazionale.

E qui sta la notizia: quindici giorni di "congedo matriomoniale" anche alle coppie dello stesso sesso, che si sposano o stringono un'unione civile. All'estero, chiaramente, visto che in Italia non è possibile. La concessione è arrivata - attraverso un accordo coi sindacati, che sarà operativo dall'1 agosto - dopo il caso di una 31enne lavoratrice di uno dei suoi call center, che a fine settembre si sposerà (in Germania) con la sua compagna.

L'ufficio del personale aveva risposto che un congedo non era possibile, ma poi se n'era interessato Costamagna direttamente, introducendo questa novità per tutti i dipendenti della Call&Call, 2.500 di cui circa 2.300 assunti a tempo indeterminato.

Non si tratta, in realtà, di una novità assoluta: alcune grosse multinazionali lo prevedono, come Ikea o Citibank, ma in Svezia e Stati Uniti le unioni gay non sono certo "nuove".

"Non entro nelle questioni morali", ha risposto Costamagna a chi chiedeva come coniugasse questa apertura sul lavoro con la sua fede di cattolico praticante. Soddisfatti infine i sindacati, che hanno firmato l'acccordo con l'imprenditore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore cattolico concede il congedo matrimoniale alle coppie gay

MilanoToday è in caricamento