Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Porta Ticinese / Largo Gustav Mahler

Dalla Regione 300 mila euro per salvare l'orchestra La Verdi

Nel 2014 non sono arrivati 3 milioni dal governo. Intanto, però, la fondazione "conquista" il bando dell'ex Spazio Forma

L'auditorium di largo Mahler

L'orchestra La Verdi è salva. Dopo le polemiche sul contributo tolto dal governo, ci ha pensato la regione Lombardia con un contributo straordinario di 300 mila euro ricavato dalla legge di stabilità del 2015 regionale. "Interveniamo, seppure con grande fatica, per salvare un'eccellenza lombarda apprezzata e riconosciuta nel mondo", ha spiegato l'assessore alla cultura Cristina Cappellini. Anche il comune di Milano avrebbe intenzione di erogare un contributo, di circa 500 mila euro, per "salvare" l'orchestra.

Da Roma erano venuti a mancare, per il 2014, i tre milioni annuali promessi fin dal 2008. Ne era seguito un appello al ministro Franceschini direttamente da parte di Luigi Corbani, direttore generale della Fondazione La Verdi. Mancherebbe anche un milione della tranche del 2013. Secondo Corbani, la richiesta non è esorbitante. "Siamo la prima orchestra in europa per produttività e, per Expo 2015, saremo impegnati in una importante programmazione", ha spiegato Corbani ricordando i 150 posti di lavoro a tempo indeterminato oltre ai 700 annuali a tempo determinato. "Le fondazioni lirico-sinfoniche", ha concluso, "hanno avuto contributi statali pari al 46,32% del loro valore di produzione, i contributi de La Verdi sono stati invece il 30,5% delle entrate proprie".

Di fronte a questi numeri, probabilmente i contributi di regione e comune non salveranno affatto l'orchestra ma, semmai, le daranno un po' di ossigeno "a tempo".

INTANTO CONQUISTA "SPAZIO FORMA" - Ai limiti del paradosso: un'orchestra in crisi vince il bando Atm per gestire l'ormai ex Spazio Forma di piazza Tito Lucrezio Caro. Il paradosso è parzialmente spiegato col fatto che, quando La Verdi aveva deciso di partecipare al bando, i conti non erano in crisi. Ci si aspettava che i tre milioni da Roma arrivassero senza problemi, come ogni anno. Lo Spazio Forma è a due passi dall'Auditorium di largo Mahler, sede de La Verdi. Fa comunque specie che il vecchio gestore, dopo avere creato dal nulla uno spazio conosciuto a livello mondiale per le esposizioni e la cultura fotografica, sia stato costretto ad andarsene perché non era stato concesso un semplice comodato gratuito da parte di Atm.

"Sono preoccupato che, a causa della difficoltà finanziaria, lo spazio ora non venga utilizzato al meglio", ha commentato Luca Gibillini, consigliere comunale di Sel, invitando La Verdi, a questo punto, a un disegno condiviso con le altre associazioni che avevano partecipato al bando. Intanto, la Fondazione Forma per la Fotografia si è trasferita in via Piranesi, dove si prepara a nuova vita, senza aiuti pubblici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Regione 300 mila euro per salvare l'orchestra La Verdi

MilanoToday è in caricamento