menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sistemi di rifornimento non a norma ed estintori "introvabili": blitz in aeroporto

Controlli dei carabinieri all'aeroporto di Bresso. Due ditte saranno sanzionate. I dettagli

Mattinata di controlli all'aeroporto di Bresso, passato al setaccio dai carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni, dai tecnici di Ats città metropolitana di Milano e dai vigili del fuoco di via Messina. 

Nell'ambito di un servizio disposto dal comando interregionale, militari, caschi rossi e personale dell'Ats hanno controllato il rispetto delle norme di sicurezza all'interno del piccolo scalo aeroportuale di viale Gramsci. 

Una ditta, stando a quanto riferito dall'Arma in una nota, è stata diffidata dall'utilizzare "qualsiasi sistema di rifornimento all'interno dell'hangar in quanto non a norma". La stessa società sarà anche multata, una volta che gli atti saranno analizzati da Ats e pompieri, perché due uscite di emergenza non erano a norma e alcuni estintori non erano raggiungibili o non etichettati. 

La stessa sorte è toccata a una seconda azienda presente in aeroporto, che aveva - fanno sapere i carabinieri - idranti e manicotti non conformi e non funzionanti, estintori non utilizzabili perché "nascosti" da altro materiale accantonato e il documento di prevenzione incendi scaduto ad aprile del 2020. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento