Cronaca Via Risorgimento

Quintali di cibo avariato e lavoro in nero all'Artigianato in Fiera di Rho

I carabinieri hanno realizzato multe per 200mila euro

Immagini di repertorio

Tre quintali di cibo scaduto e mal conservato, 44 lavoratori in nero, cinque licenza sospese, 200 mila euro di sanzioni pecuniarie e due persone deferite: sono i numeri complessivi dei controlli realizzati il 3 dicembre, durante l'Artigianato in fiera, all’interno del polo espositivo Fieramilano di Rho-Pero, dai militari della Compagnia carabinieri di Rho, con il supporto del Nucleo antisofisticazione e sanità e del Nucleo ispettorato lavoro, hanno proceduto al controllo degli stand della manifestazione dedicata all’artigianato, aperta al pubblico dal 29 novembre all’8 dicembre.

L’intervento ha riscosso l’apprezzamento dell’Ente Fiera Milano e di Gestione Fiere spa, fortemente impegnati nel conseguimento della qualità e nel rispetto della sicurezza dei prodotti commercializzati durante la manifestazione, e ha permesso di scoprire diverse irregolarità.

In particolare, gli interventi in tutela della salute pubblica hanno colpito un imprenditore marocchino ed un tedesco, responsabile di un’attività di ristorazione cinese: i due sono stati deferiti all’Autorità giudiziaria in stato di libertà. Le altre irregolarità hanno riguardato un’impresa greca, una ditta tedesca, specializzata in cucina vegetariana, ed un’azienda italiana che fornisce hamburger.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quintali di cibo avariato e lavoro in nero all'Artigianato in Fiera di Rho

MilanoToday è in caricamento