rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

Coronavirus, continuano i controlli delle forze dell'ordine. I furbi sono solo il 2,3%

Polizia, locale, finanza e carabinieri hanno fermato 13.592 persone nella giornata di giovedì

Proseguono i controlli delle forze dell'ordine a Milano e nella Città Metropolitana. Nella giornata di giovedì 23 aprile polizia, Locale, finanza e carabinieri hanno fermato e controllato 13.592 persone. I furbi? Solo 316, circa il 2,3% delle persone controllate. Ma le forze dell'ordine hanno anche denunciato una persona per falsa dichiarazione a pubblico ufficiale e altre due che non hanno rispettato la quarantena.

Non solo controlli sulle strade ma anche nei negozi. Sono stati 4.318 gli esercizi commerciali passati al setaccio e solo 9 titolari (lo 0,2%) sono stati denunciati.

La situazione sanitaria

Continua ad allentarsi la pressione sugli ospedali della Lombardia: i malati di Coronavirus che hanno bisogno di cure sono sempre meno. E anche a Milano i contagi hanno subito una frenata. Lo si evince attraverso i dati resi noti nella giornata di giovedì 23 aprile dalla Regione. A Milano, infatti, sono state trovate 105 persone positive ai test, mercoledì erano state 161 (il totale è ora di 7.221). E lo stesso discorso vale per tutta la Città Metropolitana dove sono stati trovati 277 nuovi casi (mercoledì erano stati 480).

In tutta la regione sono state trovate altre 1.073 persone positive al virus arrivato dalla Cina (il totale è arrivato a 70.165) a fronte di 12.016 tamponi. Ma, come detto, sta calando anche la pressione sugli ospedali della Regione; i ricoverati sono diminuiti di 527 unità arrivando a 9.982: 500 persone hanno lasciato i reparti e altre 27 le terapie intensive mentre si sono registrate 1.400 persone "guarite" (44.220 il totale). Resta alto il numero dei decessi: in un giorno il virus ha ucciso altre 200 persone (la cifra totale è 12.940).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, continuano i controlli delle forze dell'ordine. I furbi sono solo il 2,3%

MilanoToday è in caricamento