Cronaca

Controlli fiscali su chi era alla guida dei suv

L'Agenzia entrate scandaglierà i guidatori dei 358 suv controllati dai vigili lo scorso 28 gennaio. Nel 70% dei casi sono state già riscontrate discrepanze tra prezzo dell'auto e redditi del guidatore

L'Agenzia delle entrate mette la lente sui guidatori di suv

Nel corso del maxi blitz del 28 gennaio i vigili urbani hanno controllato 358 suv e nel 70% dei casi, dopo l'analisi incrociata delle targhe, ci saranno maggiori accertamenti. E' quanto viene rivelato martedì mattina da Repubblica.

La lente d'ingrandimento sui guidatori dei suv probabilmente non porterà sempre a un accertamento di evasione fiscale: ci sono i casi di auto aziendali prestate a parenti, come anche i casi di titolari di partita iva che hanno effettivamente visto calare i propri redditi. Ma sono stati anche riscontrati veicoli intestati come commerciali per usufruire di sconti fiscali ma usati per il sabato sera. In tal caso si rischia anche il ritiro del libretto di circolazione.

Il primo passo è stato compiuto dai vigili, che hanno segnalato all'Agenzia delle entrate le targhe e i nomi dei guidatori. Sarà ora l'Agenzia a scandagliare, caso per caso, le situazioni. Intanto si viene a sapere che la stragrande maggioranza dei 358 suv era guidata da uomini e che è piuttosto alta la percentuale di residenti nell'hinterland. Il blitz - si ricorderà - fu fatto nel "cuore" della movida milanese, soprattutto a Brera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli fiscali su chi era alla guida dei suv

MilanoToday è in caricamento