Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Barona / Alzaia Naviglio Grande

Entrano in vigore le nuove regole per la movida e scattano controlli e prime multe

Nell’ambito del servizio sono state identificate e controllate 21 persone e sanzionati tre esercenti, poiché sorpresi oltre le 22.00 a vendere bottiglie di birra in vetro ai clienti

Nella notte tra sabato e domenica, a Milano, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla verifica del rispetto delle disposizioni in tema di sicurezza e decoro urbano ed alla prevenzione e contrasto di comportamenti antisociali nelle aree interessate dalla “movida”, i carabinieri della Compagnia Milano Porta Magenta hanno proceduto al controllo di diversi esercizi commerciali che somministrano cibi e bevande, situati sui Navigli e nel quartiere Porta Genova.

Nell’ambito del servizio sono state identificate e controllate 21 persone e sanzionati tre esercenti, poiché sorpresi oltre le 22.00 a vendere bottiglie di birra in vetro agli avventori (in violazione dell’ordinanza comunale n. 51/2021). Nella circostanza, sono state elevate contravvenzioni per un totale di 3.000 euro.

Il provvedimento per la movida sicura

Nelle zone della movida milanese è entrato in vigore infatti il divieto di vendere cibi e bevande da asporto in bottiglie e contenitori di vetro o in lattine. Lo prevede un'ordinanza firmata dal sindaco di Milano Giuseppe Sala, anticipata dal protocollo sulla "movida sicura" firmato qualche giorno fa in prefettura che prevede anche azioni innovative con vigilanza qualificata (un punto che aveva fatto sollevare alcune critiche) e contributi per progetti che favoriscano una rispettosa e civile convivenza nei quartieri.

Da sabato 7 agosto a domenica 5 settembre 2021, dalle 22 alle 5, sarà consentito utilizzare soltanto contenitori di plastica o carta, previa spillatura o mescita delle bevande. L'uso del vetro e delle lattine sarà consentito esclusivamente all’interno dei locali o nei plateatici con servizio al tavolo. 

Il provvedimento, come si legge in una nota di Palazzo Marino, è "motivato da ragioni di tutela del decoro, dell’ambiente, del patrimonio culturale e della sicurezza" e si applica "a tutte le tipologie di esercizi di vicinato, medie e grandi strutture di vendita, attività commerciali, artigiani per asporto, pubblici esercizi, distributori automatici e street food". 

Le zone in cui è valida l'ordinanza sono quelle di Duomo, Arco della Pace, Ticinese, Darsena, Navigli, Tortona, NoLo, corso Como, piazza Aulenti, Garibaldi, Brera, Isola, Lazzaretto e Melzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entrano in vigore le nuove regole per la movida e scattano controlli e prime multe

MilanoToday è in caricamento