Cronaca

Milano, guerra ai furbetti della metro: ecco i controllori Atm direttamente sui treni

Dal 5 febbraio sono state controllati 26mila passeggeri, 715 le multe staccate ai "furbetti"

Immagine repertorio

Continua la lotta di Atm ai pendolari che non pagano il biglietto della metro. Dopo l'obbligo di obliterare i biglietti anche in uscita, l'azienda ha deciso di andare a stanare i "furbetti" direttamente in metro. Non alle fermate. Non sulle banchine. Direttamente sui vagoni, proprio come succede su tram, autobus e filovie. Per il momento è solo una sperimentazione, come si legge su Il Giorno in un articolo di Massimiliano Mingoia, ma i numeri sono incoraggianti.

Dallo scorso 5 febbraio, giorno in cui è ufficialmente partita l'operazione a bordo dei treni, sono stati controllati 26mila passeggeri. Vagone dopo vagone. Treno dopo treno. Fermata dopo fermata. Al lavoro una mezza dozzina di agenti dedicati a questo servizio che passano al setaccio la metro dalle 7 alle 24, su tre turni di lavoro.

E in totale sono state 715 le multe staccate ai viaggiatori. Le sanzioni? 36,50 euro se pagata subito, altrimenti sale a 51,50 euro. La soluzione per evitare brutte sorprese è una sola e si acquista alle macchinette o dai rivenditori: il biglietto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, guerra ai furbetti della metro: ecco i controllori Atm direttamente sui treni

MilanoToday è in caricamento