Cronaca

Maxi controlli della polizia nelle stazioni: 600 identificati, un arresto

Il bilancio dei controlli in Lombardia

Polizia in stazione (Repertorio)

Più di 600 persone sono state identificate in una serie di controlli effettuati dalla polizia sulla rete ferroviaria lombarda, presso 55 stazioni, nella giornata di martedì. In totale 170 operatori (più 28 in rinforzo) hanno identificato 617 persone, ne hanno arrestata una, denunciate 6 ed elevato 9 sanzioni. 

I bagagli controllati sono stati 937 tra quelli depositati e 60 tra quelli al seguito di passeggeri. L'arresto è avvenuto a Milano Centrale a danno di una 28enne di origini croate, sprovvista di documenti. Dopo l'identificazione gli agenti hanno constatato che deve finire di scontare una condanna. Dovrà restare in carcere fino al mese di settembre del 2020.

Sempre a Milano Centrale sono stati comminati due ordini di allontanamento: il primo nei confronti di un cittadino tunisino di 40 anni e il secondo verso un cittadino nigeriano di 42 anni.

Episodio rilevante a Lambrate, dove un moldavo di 22 anni (appena sanzionato dal capotreno perché non aveva il biglietto) è sceso in stazione e poi ha lanciato alcuni sassi contro il convoglio rompendo un vetro. Fermato dai poliziotti, il 22enne è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio e danneggiamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi controlli della polizia nelle stazioni: 600 identificati, un arresto

MilanoToday è in caricamento