Cronaca

Sul bus senza biglietto aggredisce agenti che gli chiedono i documenti: in manette

Alla richiesta degli agenti di mostrare i documenti e seguirli per un fotosegnalamento, un ivoriano di 29 anni con precedenti per spaccio, ha iniziato a tirare pugni e calci. E' stato arrestato per resistenza e lesioni

Viaggiava senza biglietto sulla linea 14 ma è stato scoperto dai fiscalisti dell'Atm che, fattolo scendere dall'autobus gli hanno chiesto i documenti. L'uomo, un ivoriano di 29 anni con un regolare permesso di soggiorno ma con precedenti per spaccio, si è rifiutato di mostrarli.

A quel punto sono intervenuti 4 agenti della Polizia Locale, chiamati in ausilio, che hanno invitato l'uomo a seguirli per il fotosegnalamento. Per tutta risposta l'ivoriano ha sferrato un pugno al volto ad uno degli agenti e ha preso a calci gli altri 3. La colluttazione si è conclusa con l'arresto dell'uomo, per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Gli agenti si sono poi recati al pronto soccorso per essere medicati e sono stati dimessi con una prognosi tra i 3 e gli 8 giorni.

Secondo quanto dichiarato dal vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, si tratta dell'ennesima aggressione nei confronti della Polizia locale in operazioni di servizio. Nei primi 9 mesi dell'anno sembra siano state 92 le aggressioni subite.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul bus senza biglietto aggredisce agenti che gli chiedono i documenti: in manette

MilanoToday è in caricamento