menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fabrizio Corona, guai senza fine: "Ora deve tornare in carcere". Ecco le nuove "accuse"

La giudice della sorveglianza ha riscontrato una serie di violazioni delle prescrizioni

Altri problemi in vista per Fabrizio Corona. L'ex re dei paparazzi, oggi 46 anni, rischia infatti di tornare in carcere. La giudice della sorveglianza, Marina Corti, nelle scorse settimane ha proposto la revoca del "differimento pena" e quindi il ritorno in cella per Corona, che adesso si trova ai domiciliari. 

La richiesta è stata avanzata per una serie di violazioni delle prescrizioni e un collegio di giudici della Sorveglianza deciderà il prossimo 8 marzo, quando per il 46enne potrebbero riaprirsi le porte di San Vittore. 

Già lo scorso autunno, lo stesso magistrato - ogni detenuto ha un giudice che si occupa della 'sorveglianza' - aveva diffidato l'ex fotografo dei vip dal partecipare a programmi tv. A quanto si è saputo, la richiesta di revoca dei domiciliari è legata ad alcune violazioni delle prescrizioni tra cui, pare, anche il continuo uso dei social network da parte di Corona, che avrebbe come obbligo da rispettare anche il divieto di uso dei social. 
 
Di recente, tra l'altro, la polizia aveva segnalato al magistrato il presunto coinvolgimento del 46enne nella gestione dell'immagine pubblica di due ragazze che hanno accusato di stupro Alberto Genovese, l'imprenditore finito in cella perché accusato di aver violentato una 18enne durante una festa e adesso sospettato di altri stupri. 

Per il momento, comunque, la giudice della sorveglianza non ha chiesto la revoca dei domiciliari in via preventiva e quindi la decisione per Corona arriverà il prossimo 8 marzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento