rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

Intanto da lunedì a Malpensa 14 medici visiteranno i passeggeri in arrivo con voli considerati a rischio

Falsi allarmi, per ora, quelli scattati a Milano in merito al coronavirus, che sta mettendo in ginocchio la Cina con oltre 50 decessi e soprattutto misure massime di prevenzione. Finora dunque gli unici tre casi accertati di contagio in Europa sono quelli francesi. Ma i casi di febbre sospetta anche nel nostro Paese aumentano. 

E mentre la comunità cinese di Milano ha deciso di annullare la parata per il capodanno, prevista per domenica 2 febbraio, preferendo destinare il budget a progetti di solidarietà concreta per il Paese orientale, all'ospedale Sacco di Milano, che è particolarmente specializzato in malattie infettive, hanno escluso tre casi di contagio cittadino. 

I primi due casi si sono registrati venerdì sera, con madre e figlia che si sono presentate al pronto soccorso del Fatebenfratelli con sintomi influenzali; la madre era appena tornata da Wuhan, la città cinese epicentro dell'epidemia. Entrambe sono state trasferite al Sacco e sottoposte alle analisi ma non si trattava di coronavirus. Il giorno successivo, una ragazza di 21 anni rientrata da Wuhan venerdì sera si è presentata anch'essa al pronto soccorso con febbre. Anche in questo caso, per fortuna, niente coronavirus.

Task force di medici a Malpensa

L'attenzione è comunque massima, anche se da fonti istituzionali e sanitarie si cerca di evitare ogni possibile allarmismo. Intanto sono già scattati i controlli negli aeroporti di Malpensa e Fiumicino (in quest'ultimo ci sono collegamenti diretti con Wuhan). E da lunedì 27 gennaio una task force di 14 medici lavorerà allo scalo varesino per controllare i passeggeri dei voli in arrivo ritenuti a rischio. Un provvedimento voluto dal Ministero della Salute.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

MilanoToday è in caricamento