Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

Intanto da lunedì a Malpensa 14 medici visiteranno i passeggeri in arrivo con voli considerati a rischio

Repertorio

Falsi allarmi, per ora, quelli scattati a Milano in merito al coronavirus, che sta mettendo in ginocchio la Cina con oltre 50 decessi e soprattutto misure massime di prevenzione. Finora dunque gli unici tre casi accertati di contagio in Europa sono quelli francesi. Ma i casi di febbre sospetta anche nel nostro Paese aumentano. 

E mentre la comunità cinese di Milano ha deciso di annullare la parata per il capodanno, prevista per domenica 2 febbraio, preferendo destinare il budget a progetti di solidarietà concreta per il Paese orientale, all'ospedale Sacco di Milano, che è particolarmente specializzato in malattie infettive, hanno escluso tre casi di contagio cittadino. 

I primi due casi si sono registrati venerdì sera, con madre e figlia che si sono presentate al pronto soccorso del Fatebenfratelli con sintomi influenzali; la madre era appena tornata da Wuhan, la città cinese epicentro dell'epidemia. Entrambe sono state trasferite al Sacco e sottoposte alle analisi ma non si trattava di coronavirus. Il giorno successivo, una ragazza di 21 anni rientrata da Wuhan venerdì sera si è presentata anch'essa al pronto soccorso con febbre. Anche in questo caso, per fortuna, niente coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Task force di medici a Malpensa

L'attenzione è comunque massima, anche se da fonti istituzionali e sanitarie si cerca di evitare ogni possibile allarmismo. Intanto sono già scattati i controlli negli aeroporti di Malpensa e Fiumicino (in quest'ultimo ci sono collegamenti diretti con Wuhan). E da lunedì 27 gennaio una task force di 14 medici lavorerà allo scalo varesino per controllare i passeggeri dei voli in arrivo ritenuti a rischio. Un provvedimento voluto dal Ministero della Salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Milano, i clienti non rispettano le norme anti Coronavirus: il pub decide di 'auto chiudersi'

Torna su
MilanoToday è in caricamento