Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Coronavirus, bar aperto alle 19: chiuso dai carabinieri, titolare nei guai (rischia 3 mesi di carcere)

È successo lunedì a Carate, nel primo giorno in cui era in vigore l'ordinanza regionale

Foto Ansa repertorio Today.it

Chiusura forzata e denuncia. Guai in vista per il titolare di un bar di Carate Brianza, che lunedì sera è stato sorpreso dai carabinieri ancora aperto alle 19, un'ora dopo la serrata imposta da regione Lombardia a tutti i locali per contenere l'emergenza Coronavirus

Proprio da lunedì, infatti, sono in vigore i divieti voluti dal Pirellone per arginare la diffusione del virus - che ha già causato oltre 200 contagi e sei vittime -, che impongono ai bar di tirare giù le saracinesche dalle 18 in poi. 

Il coprifuoco a Milano: "Così chiudiamo"

Quando i militari hanno notato il locale aperto, circa un'ora dopo, sono entrati e hanno trovato quattro clienti all'interno oltre al gestore, un cittadino cinese residente ad Arcore. L'uomo è stato identificato e denunciato in base all'articolo 650 del codice penale, che punisce "chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall'Autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica, o d'ordine pubblico o d'igiene". 

Il titolare del locale, che è poi stato chiuso, "rischia fino a tre mesi di arresto".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, bar aperto alle 19: chiuso dai carabinieri, titolare nei guai (rischia 3 mesi di carcere)

MilanoToday è in caricamento