menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la Basilicata mette in quarantena tutti quelli che arrivano dal Nord Italia

La decisione che fa discutere

La Basilicata ha stabilito di mettere in quarantena, presso il proprio domicilio, per 14 giorni, tutti coloro che provengono da Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Liguria, o che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni. La disposizione è stata firmata da Vito Bardi, presidente della Regione Basilicata. L'ordinanza prevede anche che chiunque si trovi in quella situazione ai servizi di sanità pubblica: medico di base o Asl.

E non è tutto: ai sindaci lucani è richiesto dii "censire" i cittadini provenienti dalle regioni in questione. Un provvedimento più che drastico, che potrebbe essere imitato anche dalla vicina Puglia, dove si pensa a un censimento di coloro che sono transitati nelle Regioni del Nord nelle ultime due settimane.

La scelta della Basilicata (che forse sarà replicata dai vertici pugliesi) non è stata accolta bene dal presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. «Secondo me è sbagliato generalizzare», ha commentato Fontana: «Per chi viene dalla zona Rossa ha senso, tanto è vero che anche noi abbiamo bloccato la mobilità dei cittadini di lì, però per il resto della Lombardia non ha molto senso. Significa bloccare il Paese».

«Provvedimento solo fiduciario»

Il governatore lucano Bardi ha poi precisato che «l’ordinanza è rivolta ai residenti lucani che vivono o si trovavano nelle regioni dove si sono verificati i casi di Covid 19, ci è stata segnalata la presenza di molti studenti con evidenze di contagio in arrivo da questi luoghi. Non si tratta di un provvedimento coercitivo ma di carattere fiduciario, teso cioè a prevenire e verificare le condizioni di salute di quanti sono stati più esposti al rischio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento