rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Bancarotta e corruzione alla Bkn: 4 arresti

I fermi sono scattati questa mattina. A finire in manette sono stati l'ad e il commissario della nota fiduciaria milanese insieme a due familiari del primo

L'amministratore delegato di Bkn, due familiari e il commissario della nota fiduciaria milanese sono stati arrestati dalla Guardia di finanza. Sono accusati a vario titolo di bancarotta fraudolenta e documentale e corruzione.

In particolare Guido Salvini è accusato, in concorso con due familiari, da un lato di aver distratto somme di denaro appartenenti ai clienti di cui gestiva i patrimoni, per un valore complessivo di oltre 30 milioni di euro, e dall'altro di aver manipolato la contabilità della società in modo da non rendere possibile la ricostruzione patrimoniale.


Le indagini sono state coordinate dai pm Eugenio Fusco e Carlo Nocerino, mentre le ordinanze sono state firmate dal gip Giuseppe Gennari. Gli accertamenti delle Fiamme Gialle hanno anche portato ad appurare episodi di occultamento di beni di proprietà degli indagati allo scopo di sottrarli alla procedura fallimentare aperta nei confronti della fiduciaria. Inoltre, è stato contestato un caso di corruzione a carico del commissario liquidatore della società perché avrebbe aiutato i responsabili compiendo atti contrari ai suoi doveri d'ufficio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarotta e corruzione alla Bkn: 4 arresti

MilanoToday è in caricamento