Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Verso la chiusura delle indagini per la "Mensa dei poveri": Fontana per ora non va a processo

Per il presidente della Regione probabile archiviazione, ma la procura non ha ancora deciso

Sono 71 le persone per le quali la procura chiederà il processo nell'ambito dell'inchiesta denominata "Mensa dei poveri", che il 7 maggio ha portato agl iarresti, tra gli altri, del consigliere regionale Fabio Altitonante (da poco tornato libero e rientrato al Pirellone), dell'ex consigliere comunale Pietro Tatarella (che si dimise dopo gli arresti) e del dirigente di Forza Italia a Varese Antonino Caianiello. La stessa inchiesta per la quale la Camera dei Deputati ha recentemente negato la richiesta di arresto per il parlamentare novarese Diego Sozzani.

Al processo non andranno sicuramente il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, l'ex parlamentare europea Lara Comi e il presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti. Per il primo, la procura deve ancora scegliere se archiviare l'accusa che lo riguarda (abuso d'ufficio), mentre per la seconda e il terzo occorrono ulteriori approfondimenti d'indagine.

A processo andrà invece Sozzani: l'accusa, per lui, è quella di avere ricevuto 10 mila euro di finanziamento per la campagna elettorale del 2018 dall'imprenditore milanese Daniele D'Alfonso, violando la legge sul finanziamento alla politica e ai partiti. Altitonante è accusato di avere ricevuto finanziamenti per 20 mila euro, mentre Tatarella (tra i politici) è nella posizione più delicata: l'accusa per lui è quella di avere ricevuto 90 mila euro in consulenze giudicate "fittizie" da D'Alfonso con l'obiettivo di fargli ottenere appalti ambientali e rapporti stretti con esponenti politici.

I filoni sono diversi e coinvolgono in complesso decine di persone, toccando anche il Comune di Milano e Amsa. Undici indagati (tra cui Caianiello) hanno chiesto e, alcuni, ottenuto un patteggiamento, pertanto non affronteranno il processo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso la chiusura delle indagini per la "Mensa dei poveri": Fontana per ora non va a processo

MilanoToday è in caricamento