rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Cronaca Porta Ticinese / Via Emilio Gola

Due cortei per ricordare Dax, a 20 anni dall'omicidio (timori per gli anarchici da tutta Italia)

Doppio appuntamento in città per il ventennale dell'omicidio di Davide Cesare. Sabato corteo nazionale

Due volte in piazza in tre giorni. Sempre per lo stesso motivo. La rete antifascista milanese, riunita nella sigla "Dax resiste", si sta preparando per ricordare - nel ventennale del suo omicidio - "Dax", quel Davide Cesare attivista del centro sociale Orso ucciso il 16 marzo del 2003 fuori da un pub a Milano da Federico, Mattia e Giorgio Morbi, fratelli e papà dalle simpatie di estrema destra. 

Quest'anno ricorrono i 20 anni da quella che fu ribattezzata la notte nera di Milano - al San Paolo, dove Dax morì, ci furono scontri tra antagonisti e forze dell'ordine - e gli attivisti hanno organizzato quattro giorni di eventi. 

Si parte proprio il 16, al grido di "nella notte ci guidano le stelle. Con Dax, Fausto e Iaio la resistenza continua". Ad aprire le commemorazioni sarà il ritrovo all'angolo tra via Brioschi e via Zamenhof, dove Dax fu ucciso. Poi ci sarà la proiezione del documentario "Brucia ancora dentro" e alle 21.30 un corteo in quartiere con arrivo in via Gola. Per il giorno dopo è prevista una assemblea antifascista internazionale, mentre sabato 18 c'è l'appuntamento più "caldo". 

Milano infatti sarà teatro del corteo nazionale "Antifascismo è anticapitalismo", che partirà alle 14.30 da Loreto. Stando a quanto appreso, il timore delle forze dell'ordine è che al ricordo di Dax possano prendere parte anche esponenti delle galassie anarchiche di tutta Italia, che già nel 2021 si erano fatti vedere al corteo per Davide Cesare. Negli ultimi mesi, gli anarchici stanno infatti portando avanti la loro battaglia per Alfredo Cospito, il 55enne della federazione anarchica informale condannato a 10 anni per aver sparato a Roberto Adinolfi, manager di Ansaldo, e a 20 anni per due bombe fatte esplodere alla caserma dei carabinieri di Fossano - ordigni che non causarono feriti -, che è in sciopero della fame da oltre 4 mesi giorni per protestare contro il 41 bis. 

Cospito, che era stato trasferito a Opera, si trova adesso in ospedale - sempre in regime detentivo - e da settimane ormai le proteste vanno avanti. Così, il 18 marzo gli anarchici potrebbero "approfittarne" e scendere nuovamente in strada sotto la Madonnina. 

La locandina del corteo per Dax

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due cortei per ricordare Dax, a 20 anni dall'omicidio (timori per gli anarchici da tutta Italia)

MilanoToday è in caricamento