Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Il corteo non autorizzato di negazionisti e no mask in centro a Milano

Si è svolto nella serata di domenica 25 aprile ed è stato fermato dalla polizia

Corteo non autorizzato in centro a Milano

Una settantina di persone ha sfilato in un corteo non autorizzato per chiedere lo stop alle norme e ai divieti anti contagio stabiliti dal governo e, in particolare, per rivendicare l'abolizione del coprifuoco. È accaduto nella serata di domenica 25 aprile in centro a Milano, dove è intervenuta la polizia di Stato sbarrando la strada ai partecipanti.

Il corteo anti coprifuoco in centro: "Siete dei servi schifosi": video

Nel pomeriggio un'iniziativa analoga si era svolta a Cinisello Balsamo, hinterland nord di Milano, ma in questo caso la manifestazione, proclamata da un comitato che si definisce dei 'liberi pensatori', era stata preavvisata. Vista la presenza di numerose persone senza mascherina, gli agenti sono comunque intervenuti per multarli. In totale erano presenti 120 partecipanti.

La protesta che è andata in scena in Duomo, invece, - come riferisce la portavoce della questura Maria Lomartire - non era stata comunicata. Il tutto è iniziato intorno alle 21 quando alcune decine di persone, che si erano date appuntamento attraverso un tamtam sui social, sono comparse in piazza Duomo, trovando schierati i poliziotti che stavano già monitorando l'iniziativa, lanciata da organizzatori del movimento 'Ioapro'.

I 70 partecipanti sono stati tutti identificati e verranno denunciati per aver dato vita a una manifestazione non preavvisata. Quelli che tra di loro non indossavano alcun dispositivo di protezione individuale, poi, riceveranno anche una sanzione amministrativa. Lo schieramento degli agenti ha impedito ai manifestanti di muoversi in gruppo da piazza Duomo verso corso Vittorio Emanuele, realizzando quella che negli intenti degli organizzatori sarebbe dovuta essere una fiaccolata contro il coprifuoco.

Dal Duomo, quindi, il corteo si è mosso verso piazza Mercanti e poi Foro Bonaparte; in via Cusani, poi, il serpentone è stato nuovamente sbarrato e si è quindi diretto verso Cairoli tornando indietro, per poi ripercorrere via Dante, dove ha trovato un altro schieramento della polizia, e infine fare ritorno in Duomo. "Libertà, libertà", hanno gridato i presenti, i quali a un certo punto si sono rivolti ai poliziotti dicendo "vergogna, siete degli schiavi, dei servi schifosi". La manifestazione si è svolta tra le 21 e le 23, violando quindi anche il coprifuoco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il corteo non autorizzato di negazionisti e no mask in centro a Milano

MilanoToday è in caricamento