menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabineri

Carabineri

Cosparge di benzina l'ex moglie, salvata dai carabinieri

L'uomo aveva l'accendino in mano

Si è presentato in casa dell'ex moglie con una tanica di benzina. Dopo averla picchiata, l'ha cosparsa col liquido infiammabile e ha preso un accendino in mano, pronto ad ucciderla. Le urla e l'estrema resistenza della donna, che istintivamente è andata verso l'esterno dell'edificio, hanno evitato che il piano omicida dell'uomo si traducesse in realtà. Appena fuori dall'edificio, arrivati grazie ad una segnalazione dei vicini, c'erano i carabinieri che hanno bloccato l'ex marito impazzito.

E' quanto è accaduto lunedì sera in zona Bisceglie, a Milano, in via Creta. A finire in manette è un italiano di 43 anni. Da 12 mesi l'uomo faceva stalking sull'ex, un'italiana di 46: pedinamenti, minacce e violenze che la donna non aveva mai denunciato, forse per il cosiddetto "amore della pace". L'epilogo di quest'anno di sofferenza è arrivato improvviso, come l'irruzione dell'uomo nell'appartamento della signora (soccorsa dal 118, ma non in gravi condizioni). Per lui le accuse sono quelle di tentato omicidio e di stalking.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento