rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Motta Visconti / Via Giuseppe di Vittorio

Omicidio a Motta Visconti: morta Cristina Omes di 38 anni e i due figli

Chi sono le vittime del triplice omicidio

Lei, 38enne, si chiamava Cristina Omes. I due bimbi Giulia (di 5 anni) e Gabriele (20 mesi). Sono stati uccisi nella notte tra sabato e domenica nella villa di famiglia, a Motta Visconti, tra via Di Vittorio e via Ungaretti. La donna è molto conosciuta a Motta: originaria del paese, lavorava all'agenzia delle assicurazioni Sai ed era molto attiva in oratorio. Prima che nascesse Gabriele era anche volontaria in Croce Rossa.

Cristina era sposata da circa sei anni col marito, Carlo Lissi, che ha fatto la tragica scoperta nella notte tornando a casa dopo avere visto la partita dell'Italia ai mondiali a casa di amici. (Aggiornamento: l'uomo è stato fermato).

"Da tempo a Motta Visconti c'è un'escalation di reati, tra cui soprattutto furti in abitazioni", spiega il sindaco Primo De Giuli, eletto a maggio 2014 con la promessa di un sistema di videosorveglianza all'interno del paese. "I carabinieri, che qui hanno una stazione, sono soltanto in sei e devono controllare quattro paesi", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Motta Visconti: morta Cristina Omes di 38 anni e i due figli

MilanoToday è in caricamento