Dario Fo, il sindaco Giuseppe Sala: «Penso che abbia dato a Milano più di quanto ha ricevuto»

La camera ardente del Premio Nobel è stata aperta nella mattinata di venerdì. I funerali si svolgeranno sabato in Piazza Duomo, poi la salma sarà tumulata al Famedio

Jacopo Fo nella camera ardente (foto Ansa)

«Adesso tutti celebrano Dario Fo, ma in vita è stato censurato in tutti i modi». È il commento amaro di Jacopo Fo, figlio di Dario, morto nella giornata di giovedì all'ospedale Sacco di Milano, dove era ricoverato da 10 giorni per problemi polmonari. Dello stesso pensiero il primo cittadino di Milano Giuseppe Sala: «Penso che abbia dato più di quanto ha ricevuto da Milano», ha detto ai giornalisti all'aperutra della camera ardente, allestita nella mattinata di veerdì nel foyer del Piccolo Teatro.

Tra i primi ad arrivare allo Strehler i vertici del Movimento 5 Stelle; il premio Nobel, infatti, era diventato l'intellettuale organico del Movimento 5 Stelle. «L’Italia perde un capolavoro, un uomo capolavoro», ha chiosato Luigi Di Maio. «Auguriamo a tutti di fare una vita come la sua. Si starà sganasciando dalle risate per la retorica di questi giorni e per tutti quelli che hanno tentato di etichettarlo. L’Italia perde un grande, non si poteva etichettarlo», ha aggiunto Di Battista prima di entrare nella camera ardente.

I funerali si svolgeranno sabato in piazza Duomo a Milano. Una cerimonia laica al termine della quale Fo verrà sepolto nel Famedio del Cimitero Monumentale, pantheon delle personalità illustri di Milano. La famiglia — come confermato dal figlio Jacopo — ha accettato la proposta di palazzo Marino. L'attore verrà tumulato vicino alla moglie Franca Rame, scomparsa nel 2013.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto il Municipio sta lavorando per rendere omaggio al Premio Nobel. «Non ci sono grandi segni di omaggio e cercheremo di rimediare», ha chiosato Sala. Poche ore dopo la scomparsa di Fo l'assessore alla cultura Filippo Del Corno aveva avanzato l'idea di dedicargli la Palazzina Liberty.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Covid, la Lombardia inasprirà le regole: stop a sport amatoriale, bar chiusi alle 21

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Covid, le regole in Lombardia dal 17 ottobre: locali chiusi alle 24, stop allo sport di contatto

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento