Cronaca

Tifosi riuniti alla Pinetina per salutare l'Inter nonostante il coronavirus: daspo per sei

Sono state identificate 49 persone, due con fumogeni e altre due erano già colpite da daspo

Repertorio

Il questore di Como ha firmato sei daspo nei confronti di altrettanti tifosi dell'Inter che in occasione della trasferta a Torino del 7 marzo si erano riuniti fuori dalla Pinetina per salutare la squadra in partenza.

Poiché era si era in periodo di grave emergenza sanitaria ed erano in vigore le norme più restrittive per limitare il contagio da coronavirus, la polizia della questura lariana - divisione anticrimine - ha avviato le opportune indagini e verifiche per sanzionare i tifosi che non hanno rispettato le norme anti-assembramento e che hanno partecipato a cori razzisti cantati a squarciagola al passaggio del pullman nerazzurro.

Per la precisione sono state identificate 49 persone delle quali due erano in possesso di fumogeni e altre due erano già colpite da daspo nel 2016 con divieto di partecipare a manifestazioni sportive per cinque anni.

I tifosi interisti colpiti da daspo sono tutti milanesi o residenti in province vicine. In particolare la questura di Como ha reso noto con un comunicato stampa che tra i provvedimenti emessi dalla Divisione Anticrimine ve ne sono due che sono frutto dell'applicazione del cosiddetto daspo fuori contesto, destinato a soggetti che negli ultimi cinque anni sono stati denunciati o condannati per reati, ben individuati dalla norma, e comunque indicativi di una personalità violenta. In questo caso la durata quinquennale e l'obbligo di firma sono stati imposti dal fatto che i due destinatari avevano raccolto negli anni della loro militanza come ultras complessivamente cinque pregressi provvedimenti daspo per comportamenti violenti allo stadio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tifosi riuniti alla Pinetina per salutare l'Inter nonostante il coronavirus: daspo per sei

MilanoToday è in caricamento