Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Gratosoglio / Alzaia Naviglio Pavese

A Milano emessi quattro "Daspo Willy", movida vietata per i violenti

Nei guai 4 giovani che avevano aggredito il titolare di un bar: per loro niente locali

Willy, il ragazzo ucciso a Colleferro

Movida vietata. Quattro uomini - due italiani di 23 e 21 anni, un egiziano di 22 e un brasiliano di 24 - sono stati colpiti da un provvedimento di "divieto di accesso ai pubblici esercizi o in locali di pubblico intrattenimento" firmato dal Questore di Milano, Giuseppe Petronzi. 

I ragazzi sono stati sostanzialmente "daspati" dai locali pubblici di Milano - e di tutta la provincia il 24enne - in applicazione del "Daspo Willy", la misura introdotta nel decreto sicurezza che aveva "creato" il "Daspo urbano" e che prende il nome di Willy Monteiro Duarte, il ragazzo ucciso di botte a Collferro a settembre del 2020 durante una rissa.

La misura, infatti, serve proprio per prevenire potenziali problemi di ordine pubblico nei bar della movida e può essere applicata a chiunque venga condannato, o denunciato, per essere stato coinvolto in episodi di violenza all'interno di locali pubblici. 

E i quattro "daspati", la sera dello scorso 28 aprile, avevano decisamente dato sfogo alla violenza. Nel loro mirino era finito un 42enne, un egiziano titolare di un pub in Alzaia Naviglio Pavese, che si era rifiutato di servire da bere a una donna albanese, amica dei quattro, già visibilmente ubriaca. A quel punto, il gruppo aveva dato il via a una vera e propria spedizione punitiva e aveva picchiato l'uomo, colpendolo anche sul volto con uno dei narghilè trovati nel locale. 

Non contenti, i giovani avevano poi devastato il bar, lanciando sedie e tavoli per aria e spaccando le vetrine. Dopo il raid, gli aggressori si erano dati alla fuga, ma erano stati trovati in un condominio di via Pichi ed erano stati tutti identificati e denunciati per lesioni aggravate. Il profilo dei quattro è poi stato analizzato dagli uomini della Divisione anticrimine, la cui istruttoria è stata "accolta" dal Questore, che ha firmato i Daspo. 

I quattro dovranno quindi stare alla larga da bar e locali per un anno. La violazione del Daspo, hanno sottolineato da via Fatebenfratelli, è punita con la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8mila a 20mila euro. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano emessi quattro "Daspo Willy", movida vietata per i violenti

MilanoToday è in caricamento