rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

L’imam resta al suo posto fino alla decisione della Cassazione

Se la Cassazione confermerà la condanna a carico dell’imam di Viale Jenner, questo sarà cambiato: “Stiamo valutando la possibilità di portare un altro imam e per questo stiamo vagliando 4-5” hanno detto dal centro islamico. De Corato chiede l’intervento di Maroni

Solo se la Cassazione confermerà la sentenza a carico dell’imam di Viale Jenner, Abu Imad, allora sarà sostituito. L’uomo è accusato di associazione per delinquere aggravata alla finalità di terrorismo.

Fino a quel giorno comunque rimarrà al suo posto. A dirlo è Abdel Hamid Shaari, il presidente del centro culturale islamico di viale Jenner: “Stiamo valutando la possibilità di portare un altro imam e per questo stiamo vagliando 4-5. Ora l'imam è Abu Imad”.

Scontento di questa decisione, presa dalla comunità islamica, è il vice sindaco De Corato: “Il ministro dell'Interno Roberto Maroni deve espellere subito Abu Imad per motivi di sicurezza pubblica dello Stato. Assurdo che si debba trattare coi guanti bianchi Abu Imad e attendere la sentenza della Cassazione, mentre a Milano e in Lombardia spuntano terroristi in franchising e cellule algerine dedite alla jihad” ha detto il vice sindaco.

“Alla luce anche degli ultimi sviluppi sul caso Game non c'é alcuna garanzia di sicurezza se permane a Milano un signore, condannato in secondo grado per terrorismo, che si è dedicato al lavaggio del cervello per aspiranti kamikaze” ha concluso il vice sindaco.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’imam resta al suo posto fino alla decisione della Cassazione

MilanoToday è in caricamento