rotate-mobile
La decisione

Denuncia violenza sessuale in ospedale, poi si uccide: il sospettato va ai domiciliari

Qualche ora dopo la violenza, la vittima si è gettata da una finestra al quarto piano dell'ospedale ed è morta

Va ai domiciliari l'uomo accusato di violenza sessuale su una barella del pronto soccorso di Vizzolo Predabissi ai danni di una ragazza di 20 anni che, poi, si è tolta la vita gettandosi da una finestra al quarto piano dello stesso ospedale. Lo ha deciso il gip di Lodi convalidando il fermo. L'uomo, che ha 28 anni, ha dichiarato di non ricordare i contorni dell'episodio di cui è accusato. Il gip ha scelto la custodia cautelare ai domiciliari anziché in carcere sia perché il 28enne si sarebbe dimostrato "collaborativo" in sede d'interrogatorio, sia perché il padre del ragazzo ha espresso la disponibilità in tal senso: tra l'altro, da quanto è emerso, il giovane da qualche mese si era allontanato dall'abitazione di famiglia rendendosi irreperibile.

Secondo la ricostruzione, il 28enne era stato accompagnato, martedì sera, al pronto soccorso di Vizzolo Predabissi in stato d'alterazione dall'alcol dopo una serata con alcuni amici. Nelle stanze del pronto soccorso avrebbe fatto amicizia con la 20enne. I due avrebbero fumato una sigaretta insieme e ci sarebbe stato un primo approccio di lui (un bacio). A quel punto lei sarebbe rientrata nel pronto soccorso e si sarebbe chiusa in una stanza, dove però lui l'avrebbe seguita e immobilizzata sulla barella, palpeggiandola ripetutamente e tentando di costringerla a un rapporto orale, finché lei non si sarebbe divincolata e non sarebbe scappata dalla stanza, per riferire a un'infermiera e a una dottoressa quanto avvenuto.

La tragedia: la ragazza si è tolta la vita

La 20enne era stata accompagnata alla Mangiagalli di Milano per gli accertamenti specifici, che avrebbero confermato come compatibili con la violenza alcune lesioni riscontrate, e riportata a Vizzolo Predabissi, collocata in una stanza in attesa del trasferimento in comunità protetta. Ma mercoledì, verso sera, si è gettata dalla finestra: inutili gli immediati soccorsi. Sul cadavere della ragazza è stata disposta l'autopsia. In precedenza i carabinieri avevano fermato l'uomo, che si trovava ancora al pronto soccorso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia violenza sessuale in ospedale, poi si uccide: il sospettato va ai domiciliari

MilanoToday è in caricamento