Cronaca

In 300 invasero una fabbrica abbandonata per un rave party: 77 ragazzi denunciati

Sporta denuncia nei confronti dei partecipanti ad un raduno non autorizzato di San Donato

Rave Party (foto di repertorio)

I capannoni dismessi di Neon Italia, la fabbrica abbandonata di San Donato Milanese. Questo il luogo dove il 4 febbraio sono accorse 400 persone da tutta l'Italia settentrionale, nonché da alcuni paesi europei, per un rave party. 77 di loro, tra cui uno spagnolo, sono state identificati dai carabinieri e denunciati per invasione di terreni, danneggiamento e imbrattamento.

Il raduno, a carattere non autorizzato, non era il primo a svolgersi nell'ex ditta di via Buozzi, i cui spazi oggi sono di proprietà della società Fontana Skyline. I militari, attraverso indagini che hanno previsto controlli incrociati delle targhe e servizi di appostamento, sono riusciti a individuare 77 dei circa 300 partecipanti, tutti maggiorenni e con un età che oscilla dai 18 ai 36 anni. I partecipanti si erano dati appuntamento alla Neon Italia attraverso Facebook. Un altro rave si era svolto sempre nella stessa fabbrica abbandonata lo scorso novembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 300 invasero una fabbrica abbandonata per un rave party: 77 ragazzi denunciati

MilanoToday è in caricamento