Cronaca

Fabbricava documenti falsi per gli immigrati, denunciato

Scoperto perché un timbro usato era della questura di Busto Arsizio, che non esiste

Scoperto falsario (foto Archivio)

Fabbricava documenti falsi e li vendeva a immigrati perché ottenessero il permesso di soggiorno. Ma è stato scoperto per un errore banale: un documento risultava "timbrato" dalla questura di Busto Arsizio, che però non esiste. Il documento con il timbro palesemente falsificato è stato trovato dalla polizia ad un immigrato.

Da lì l'indagine, che ha portato alla denuncia per falso e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. L'uomo è un 58enne di Milano: aveva migliaia di passaporti stranieri, dichiarazioni di ospitalità e dichiarazioni di assunzioni con timbri (tutti falsi) di varie prefetture italiane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabbricava documenti falsi per gli immigrati, denunciato

MilanoToday è in caricamento