Cronaca Stazione Centrale / Via Giulio e Corrado Venini

Armato di spranga devasta negozio cinese, voleva 15mila euro

Un cittadino cinese di 52 anni è stato arrestato dai carabinieri

Arresto dei carabinieri

Un cittadino cinese di 52 anni è stato arrestato dai carabinieri di Milano con l'accusa di tentata estorsione ai danni della figlia e della consuocera, rispettivamente cassiera e titolare di un emporio orientale situato in via Venini (zona Loreto).

Com'era solito fare, secondo il racconto delle donne, stanche del costante atteggiamento dell'uomo, mercoledì sera si era presentato nel negozio per chiedere dei soldi alla figlia di 22 anni. La richiesta era tutt'altro che modica: 15mila euro.

Di fronte al rifiuto della figlia, il padre, che sembra sia totalmente dipendente dal gioco d'azzardo tanto da aver accumulato un debito di 40mila euro, dà in escandescenza e comincia devastare le vetrine del locale con una spranga. All'arrivo dei militari, l'uomo era all'esterno del locale e in mano aveva un pezzo del registratore di cassa. Le donne lo hanno denunciato e lui è stato arrestato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di spranga devasta negozio cinese, voleva 15mila euro

MilanoToday è in caricamento