rotate-mobile
Cronaca

Dieta vegana che "riduce" i tumori", "nessun licenziamento" del San Raffaele

L'Irccs comunica che "non c'è stato alcun licenziamento" per la nutrizionista che aveva consigliato una "dieta vegana" a un paziente

Una ventina di giorni fa, Le Iene avevano proposto il servizio di un paziente calabrese al San Raffaele di Milano con metastasi al cervello derivanti da un tumore al polmone.

Una nutrizionista collaboratrice dell'ospedale, M.D.P., aveva prescritto una dieta vegana, successivamente alla quale il residuo di lesione cerebrale rimasto dopo la radioterapia sarebbe regredito.

Secondo gli oncologi l'effetto e' da ricondurre alla radioterapia, ma all'indomani del servizio tv i centralini del San Raffaele erano stati bombardati da chiamate di pazienti interessati a essere curati con un regime alimentare vegano.

"L'ospedale San Raffaele - scrive l'Irccs (Istituto nazionale tumori) in una nota, firmata dalla direzione sanitaria - in merito a eventuali nuovi approcci terapeutici di natura nutrizionale (anche in campo oncologico), tiene a precisare di non avere pregiudizi; tuttavia, i medici e gli specialisti dell'Istituto ritengono doveroso mantenere un approccio rigoroso e orientare le proprie scelte terapeutiche sulla base degli ultimi risultati e delle piu' aggiornate informazioni che provengono dalla ricerca scientifica e dai protocolli internazionali".  

Così non c'è stato nessun "licenziamento in tronco" per la nutrizionista. La professionista "non e' una dipendente dell'ospedale - precisa l'Irccs - ma intrattiene" con l'Istituto "un contratto di consulenza per prestazioni mediche libero professionali da svolgersi in ambulatorio". Contratto che "e' tuttora in corso. L'attivita' ambulatoriale si svolge per un pomeriggio ogni due settimane". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieta vegana che "riduce" i tumori", "nessun licenziamento" del San Raffaele

MilanoToday è in caricamento