Foto nuda di Diletta Leotta in internet, indaga la procura dei minorenni

Ci sarebbe un minore coinvolto: sarebbe colui che ha dato il via alle condivisioni sul web delle foto e video scaricati dal Cloud della giornalista

Diletta Leotta (da Instagram)

C'è una novità sull'indagine riguardante gli scatti fotografici e i filmati "hard" rubati a Diletta Leotta, giornalista televisiva di Sky Sport, prelevati dall'archivio Cloud e difusi in rete a settembre 2016. L'indagine, avviata a febbraio a partire dalla denuncia presentata dalla stessa Leotta alla polizia postale, è stata trasmessa alla procura dei minorenni. 

Ciò significa che c'è almeno un minore coinvolto. L'ipotesi è che si tratti di colui che avrebbe iniziato la condivisione "pubblica" di foto e video della giornalista, anche se non è affatto detto che sia stato lui a "scaricati" dal Cloud. L'inchiesta dunque va avanti per appurare le effettive responsabilità.

«Chiunque distribuisce con leggerezza una foto privata magari di un amico, di una fidanzata o di una ex senza chiedere il suo consenso commette un reato», aveva affermato la conduttrice dopo l'episodio: «Questo è ciò che tutti i ragazzi devono avere bene in mente perché una condivisione su WhatsApp o sui social, che non hanno sistemi di controllo dei materiali che transitano su di loro, diventa incontrollabile e senza possibilità di ritorno. La denuncia alla polizia è la prima cosa da fare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento