rotate-mobile
Cronaca San Siro

Escort rapita per farla abortire: in manette un 58enne

L'uomo, dirigente di banca, aveva fatto rapire da altri quattro uomini la ragazza con cui aveva una relazione, incinta di sette mesi. I cinque sono ora tutti in carcere

Aveva fatto rapire la escort con cui aveva una relazione da mesi rimasta in cinta: voleva convincerla ad uscire dalla sua vita e ad abortire, anche se la donna era al settimo mese di gravidanza. E' stato arrestato il mandante del sequestro, un 58enne dirigente di banca che abitava in zona San Siro, che avrebbe incaricato un intermediario per rapire la donna, operazione compiuta nello scorso marzo da altri tre uomini. Tutti e cinque sono ora in manette.

La ricostruzione dei carabinieri di Porta Magenta e del procuratore aggiunto Pietro Forno è questa: l'uomo aveva ordinato il sequestro, avvenuto il 6 marzo 2011 davanti al box del dirigente stesso. La ragazza, 29anni, era stata portata in una casa nelle campagne pavesi, dove era stata trattenuta per due giorni e in seguito liberata. In queste 48 i sequestratori le avrebbero fatto girare un video nel quale diceva che aveva perso il bambino.

La denuncia della scomparsa della donna era stata fatta dallo stesso dirigente, separato e con figli. Ma la donna, poi interrogata, aveva affermato di essersi allonatanata in modo spontaneo. Un'amica invece aveva raccontato agli inquirenti che la donna le aveva detto di essere stata sequestrata: e il mandante sarebbe proprio il suo ex amante.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escort rapita per farla abortire: in manette un 58enne

MilanoToday è in caricamento