rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Monza, disabile chiuso in casa con la zia morta: liberato dai servizi sociali

Intervento dei vigili del fuoco a Monza per "liberare" un 49enne diversamente abile rimasto chiso in casa con la zia (che lo accudiva) morta da tempo. L'uomo non si era recato al centro diurno

Chiuso in casa con il cadavere della zia morta. Senza la possibilità, data la grave disabilità, di comunicare con l'esterno e di chiedere aiuto.

L'ALLARME - I Servizi sociali del Comune di Monza, infatti, sono intervenuti questa mattina in un delicato caso che ha visto coinvolto un uomo disabile grave. Il 49enne oggi non si è presentato al Centro diurno disabili di via Silva (nella foto) che frequenta da tempo. Il personale, allarmato dalla sua assenza, ha provato a telefonare, senza però esito. Si sono allora recato all'abitazione dell'uomo, che viveva con una zina che lo assisteva, e, non ricevendo ancora risposta, hanno allertato i vigili del fuoco. In casa hanno trovato il cadavere della donna e l'uomo in condizioni precarie dato che era rimasto diverso tempo senza alcuna assistenza. Il 49enne è stato quindi ricoverato all'ospedale San Gerardo per le prime cure.

SI CERCA UNA SISTEMAZIONE PER L'UOMO - I Servizi sociali stanno ora lavorando per trovare un'idonea sistemazione allo sfortunato uomo. “L'intervento del personale dei Servizi sociali è stato indispensabile e prezioso per l'uomo, che è stato soccorso in una situazione davvero delicata e potenzialmente pericolosa considerate le gravi condizioni di salute e di disabilità in cui versa - afferma Pierfranco Maffè, assessore alle Politiche sociali -. I nostri operatori sono andati oltre il semplice lavoro di routine e ha dato prova di svolgere la professione con passione e con il cuore, insospettendosi alla semplice assenza di uno degli ospiti. Ora il 49enne continuerà a essere seguito dai Servizi sociali che stanno già lavorando per trovargli un'idonea sistemazione alternativa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza, disabile chiuso in casa con la zia morta: liberato dai servizi sociali

MilanoToday è in caricamento