Ragazzi "cacciati" dall'autogrill perché autistici: arrivano le scuse del direttore

Dopo la pubblica denuncia, il direttore dell'area di servizio si scusa per il comportamento del suo dipendente: "Incomprensione, ma non discriminiamo nessuno"

Si è scusato con la cooperativa Fabula Onlus il direttore dell'area di servizio Rubicone Est, in provincia di Forlì-Cesena, dopo l'episodio denunciato sui social network di una comitiva di undici ragazzi autistici che sarebbero stati discriminati durante una pausa da un viaggio che, dal Molise, li riportava a Milano.

I fatti: gli accompagnatori dei ragazzi avevano deciso di effettuare una sosta nell'area ma un dipendente aveva detto loro di non potere utilizzare i tavoli in quanto riservati ai clienti del market. Allora un educatore aveva manifestato l'intenzione di fare acquisti ma l'uomo gli aveva "sbarrato" la strada impedendogli di entrare e costringendo di fatto la comitiva ad allontanarsi. Cosa che era effettivamente avvenuta: gli undici ragazzi e gli accompagnatori se n'erano andati, per poi ristorarsi all'area di servizio successiva, dove l'accoglienza era stata ben diversa.

Le scuse del direttore

Successivamente alla pubblica denuncia, è intervenuto il direttore dell'area di servizio, non presente al momento dei fatti, sostenendo di avere parlato con il suo dipendente, che gli ha riferito di non essersi avveduto che si trattasse di ragazzi autistici, e che l'equivoco sarebbe poi proseguito per colpa dei toni alti nel dialogo con l'accompagnatore. "Non dico che il mio dipendente non abbia sbagliato", ha dichiarato il direttore, "ma secondo me è stata una cattiva interpretazione, non un atto discriminatorio volontario".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il direttore si è messo in contatto con la Onlus per scusarsi e ha annunciato di voler fare anche una donazione, "per fare capire a tutti che da parte nostra non c'è stata alcuna volontà di discriminare qualcuno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Milano, ecco lo store di Off-White in pieno centro: è il brand per cui tutti si mettono in fila

  • Sciopero mezzi Trenord, in arrivo un lunedì nero: "Forti ripercussioni", gli orari del blocco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento