menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si tuffa nell'Adda per salvare la figlia ma viene risucchiato dalla corrente: ricerche disperate

Soccorritori al lavoro per cercare un papà di 48 anni. La bambina tratta in salvo da un pescatore: sta bene

Quando ha visto sua figlia di dieci anni in difficoltà nell'Adda si è gettato nel fiume senza pensarci due volte, per cercare di salvarla. Ma è rimasto travolto dalle acque senza più riemergere. Il disperso è un uomo di 48 anni residente a Calusco, in provincia di Bergamo, mentre il fatto è accaduto a Cornate d'Adda (Monza-Brianza) sabato pomeriggio intorno alle sei non lontano dalla diga Esterle.

Sul posto si sono precipitati i soccorsi con i vigili del fuoco, i sommozzatori, i sanitari del 118 e i carabinieri di Vimercate. Nel frattempo la bambina è stata tratta in salvo da un altro uomo, un pescatore romeno che si trovava nei paraggi e che, vedendo i due in difficoltà, è riuscito a trarla a riva, senza però riuscire a fare altrettanto per il padre. La piccola è in buone condizioni di salute.

Le ricerche del papà sono state sospese per la notte e sono riprese domenica mattina allargando il raggio d'azione fino a Trezzo d'Adda. L'alzaia che costeggia l'Adda è stata chiusa per sicurezza e per consentire le ricerche. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento