Bollate, vuole i soldi per la droga e devasta la casa dei suoi genitori: arrestato un 23enne

In manette un ragazzo di 23 anni, già in passato protagonista di violenze sui genitori

Totalmente fuori di sé ha iniziato a minacciare i suoi genitori. Poi, ormai senza controllo, ha devastato casa fino a quando i carabinieri lo hanno bloccato. In manette, con l'accusa di tentata estorsione, è finito un ragazzo di 23 anni, un giovane italiano di Bollate, che ha "regalato" una notte di terrore a sua mamma e suo padre, due 55enni. 

L'allarme, dato proprio dalle vittime, è scattato verso l'1 della notte tra martedì e mercoledì, quando i due hanno chiesto aiuto perché loro figlio li stava minacciando e aggredendo - come già accaduto in passato - continuando a chiedere soldi per acquistare la droga. Al rifiuto dei due, il 23enne ha iniziato a distruggere mobili e arredi della casa, cercando di costringere così la mamma e il padre a cedere alle sue richieste. 

A fermare la follia del ragazzo sono stati i carabinieri, che sono intervenuti nell'appartamento della famiglia e lo hanno bloccato, portandolo via in manette. I genitori fortunatamente non hanno avuto bisogno delle cure mediche, mentre la notte dell'uomo è finita nel carcere di San Vittore. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento