rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Divieto di fumo nei parchi vicino ai bimbi: da ottobre sarà un obbligo

Per ora si tratta di "consigli" posti su 187 cartelli nei parchi cittadini: da ottobre, spiega Pier Maran (Ambiente) diventerà un vero e proprio divieto, con il provvedimento da discutere in giunta

Niente fumo a Milano in cento aree gioco per i bambini distribuite nei parchi della città: il Comune ha infatti terminato di posizionare i 187 cartelli che invitato a non fumare in queste zone. Ma quello che per ora è un invito il mese prossimo diventerà un vero e proprio divieto.

"Entro ottobre - ha infatti promesso l'assessore alle Politiche sociali e al Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino, - porterò all'attenzione della Giunta il provvedimento con cui introdurremo un limite al fumo nelle aree gioco, come accade già in altre città italiane e del mondo".

L'iniziativa è stata lanciata il 31 maggio, cioé nella giornata mondiale senza tabacco. I primi trenta cartelli con scritto 'Questo e' uno spazio dei bimbi! Vi invitiamo a non fumare (Grazie)' sono stati montati allora, e in questi giorni é stata completata l'installazione in tutte le aree giochi. Adesso si sta lavorando per capire come delimitare (certo non recintare) le zone dove non si potrà fumare.

"E' importante - ha spiegato l'assessore al Verde Pierfrancesco Maran - che i bambini possano avere spazi dove giocare nel verde lontani dal fumo, soprattutto da quello passivo, che rappresenta un pericolo serio per la salute".

L'ex vicesindaco Riccardo De Corato, del Pdl, ha applaudito alla nascita di questi cento punti liberi dal fumo per i bambini ma si è domandato chi controllerà che nessuno accenda sigarette dove è vietato. "Senza controlli dedicati a queste aree è difficile pensare che i divieti contenuti nei cartelli vengano applicati" ha commentato accusando la giunta di cercare espedienti "per farsi propaganda".

A rispondergli è stato il consigliere del Pd Gabriele Ghezzi che lo ha criticato perche "accecato dalla foga di criticare qualunque cosa che abbia a che fare con le iniziative della giunta Pisapia non esita a scagliarsi contro un'iniziativa di sensibilizzazione".

"Noi, al di là del personale preposto per il controllo - ha proseguito -, continuiamo ad aver fiducia nel senso civico dei milanesi". La volontà, ha sottolineato Majorino, è quella di creare zone ulteriormente "tutelate per stare sempre di più dalla parte dei bambini". "Questo - ha aggiunto - vuole essere un messaggio positivo" fondato soprattutto sulla "dissuasione". Un messaggio che si accompagna alle campagne contro il fumo nei parchi e alle iniziative per la promozione della cultura della salute previste dal piano di sviluppo del Welfare da poco approvato dal Consiglio comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divieto di fumo nei parchi vicino ai bimbi: da ottobre sarà un obbligo

MilanoToday è in caricamento