Dj Fabo è in Svizzera: in corso le visite per l'eutanasia

Ad annunciarlo il radicale Cappato: "Mi ha chiesto di accompagnarlo, ho detto sì"

Dj Fabo prima dell'incidente

E' cominciato davvero l'ultimo viaggio, in una clinica Svizzera, di Dj Fabo, che aveva chiesto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella di poter avere accesso alla morte assistita.

Fabo, ha riferito Filomena Gallo dell'associazione "Luca Coscioni" che lo ha seguito nella sua difficile decisione, "si sta sottoponendo alle visite mediche previste dai protocolli. Tuttavia potrebbe ancora cambiare idea". In una clinica rossocrociata, di cui l'associazione "Luca Coscioni" non ha voluto dare il nome, Fabo sta incontrando i medici e gli psicologi che stanno valutando se la richiesta di eutanasia sia accettabile.

"Ci vorranno alcuni giorni per capire cosa succederà", ha spiegato Filomena Gallo. Fabiano Antoniani, 39 anni, di Milano è diventato cieco e tetraplegico in seguito a un grave incidente stradale. La sua campagna per poter decidere l'eutanasia, e così porre fine alle sue sofferenze, era diventata virale nelle ultime settimane, con servizi in tv e appelli al governo.  

Ad accompagnare in Svizzera Fabo anche l'esponente dei Radicali Marco Cappato. "Fabo mi ha chiesto di accompagnarlo in Svizzera. Ho detto di sì. #FaboLibero - in Svizzera", ha scritto in un post sul suo profilo Facebook. Ha anche pubblicato un video dove spiega il viaggio di Fabiano.

Appena due giorni fa, dopo il terzo rinvio dell'approdo del ddl sul Biotestamento in Aula alla Camera, Dj Fabo aveva lanciato un appello a Mattarella chiedendo il suo intervento per "sbloccare lo stato di impasse voluto dai parlamentari".

I video appelli di Fabiano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento