Mentre è in ostello si fa arrivare un pacco con un passaporto falso

L'uomo è stato arrestato

Arrestato: si era fatto mandare documenti falsi (Repertorio)

Si è fatto spedire in ostello un pacco con un passaporto falso. Ma è stato scoperto grazie alla solerzia dell'impiegato alla reception, che non ha esitato a chiamare la polizia sospettando qualcosa di strano. L'arresto è avvenuto verso l'una del pomeriggio del 29 agosto, a carico di un iraniano di 30 anni che alloggiava da qualche giorno all'Ostello della Gioventù di QT8 (via Salmoiraghi).

L'uomo era arrivato il 23 agosto e aveva esibito la fotocopia del suo passaporto iraniano, spiegando di avere subìto un furto in Stazione Centrale e di essere in procinto di sporgere denuncia, anche se nei giorni successivi non ha più presentato in reception un documento che comprovasse che era stato in questura.

Il 30enne aspettava però un pacco dalla Grecia e, la mattina del 29 agosto, si è rivolto con insistenza all'impiegato chiedendo se il pacco fosse arrivato: «Dentro ci sono miei documenti», ha spiegato. Effettivamente il pacco è arrivato attraverso un corriere. Ma era indirizzato semplicemente all'ostello, così l'impiegato lo ha aperto e ha trovato un passaporto polacco con la fotografia dell'iraniano ma dati differenti: in particolare quelli di un uomo nato nel 1982, con nascita tedesca e cittadinanza polacca. 

L'impiegato ha quindi chiamato il numero di emergenza 112 chiedendo l'aiuto delle forze dell'ordine. Sul posto si sono presentati gli agenti, che hanno effettuato alcuni riscontri e hanno scoperto che l'iraniano, il 22 agosto, era stato fermato a Malpensa dalla polizia di frontiera: aveva un passaporto francese risultato falso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In quella occasione il 30enne si era dichiarato rifugiato ed era stato invitato a presentarsi all'ufficio immigrazione della questura varesina per chiarire la sua posizione. Il 29 agosto invece l'uomo, che non ha saputo fornire spiegazioni sul passaporto polacco nel pacco, è stato arrestato per possesso di documenti falsi e portato in via Fatebenefratelli dove la polizia prosegue l'accertamento sulla sua identità e sul suo passato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Terrore in Duomo: uomo armato di coltello prende in ostaggio guardia giurata, arrestato

  • Disavventura per una famiglia di Milano, trova la casa delle ferie devastata e occupata

  • Milano, violenta rissa in strada: il video choc dei residenti che seguono tutto dalle finestre

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: +118 contagi, +5 morti, aumentano ancora ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento