Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Inveruno / Via Palestro

Evade dai domiciliari, distrugge la casa del padre e spacca il vetri di un'auto

Fermato un 32enne di Nerviano

Litiga furiosamente con il padre. Esce e distrugge un'auto. Ma era ai domiciliari. Notte movimentata quella appena passata, quando ai carabinieri è arrivata una chiamata al 112 per una violenta lite tra padre e figlio ad Inveruno (Milano). A richiedere l’intervento di una pattuglia è stato il padre 63enne che lamenta di non riuscire a contenere l’altro che è in preda ad una crisi rabbiosa. La Centrale operativa di Legnano ha subito inviato due pattuglie. Una più vicina è giunta presso l’abitazione in via Palestro.

All’arrivo dei carabinieri a casa, però, il figlio non c'è più. L’abitazione è completamente a soqquadro, con numerose suppellettili rotte ed oggetti in frantumi. Il padre è trafelato e distrutto. Intanto l'altra pattuglia sorprende un uomo, di circa 30 anni, che ha sfondato il vetro di una vecchia Renault Twingo, parcheggiata in strada, e sta armeggiando all’interno. I militari, fermatisi a ridosso del mezzo, riescono a bloccarlo mentre era ancora calato in auto, riuscendo a impedirne la fuga. La persona fermata è proprio il figlio del 63enne, 32enne nato a Nerviano. Era a casa del padre poichè ai domiciliari. 

Arrestato, è stato portato in caserma per i rilievi fotosegnaletici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari, distrugge la casa del padre e spacca il vetri di un'auto

MilanoToday è in caricamento