menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, evade dai domiciliari per andare a sparare botti in strada con l'amico: arrestato

In manette un 33enne, che doveva essere ai domiciliari ma era in strada con un amico

Evidentemente non ha resistito al "richiamo" dei petardi. Ma proprio quel "richiamo" lo ha messo nei guai. Un uomo di 33 anni, un cittadino italiano con precedenti, è stato arrestato martedì sera a Milano con l'accusa di evasione dopo essere stato sorpreso in giro nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari. 

Per lui i problemi sono iniziati verso le 20.30, quando una Volante impegnata nei normali servizi di perlustrazione ha notato lui e un suo amico sparare alcuni botti in strada. Alla vista dell'auto della polizia, il secondo uomo ha iniziato a correre ed è riuscito a far perdere le proprie tracce, mentre il 33enne è stato immediatamente raggiunto e bloccato. 

È bastato poco agli agenti per scoprire che il fermato in realtà doveva trovarsi in casa proprio perché condannato ai domiciliari. A quel punto per lui sono scattate le manette. I poliziotti gli hanno anche sequestrato due confezioni di fuochi d'artificio prive del marchio "Ce".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento