menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cappellano di San Vittore a processo: sette detenuti parti civili

Sono sette le presunte vittime dell'ex cappellano di San Vittore che hanno chiesto di costituirsi parte civile nel processo per violenza sessuale a carico del sacerdote

Sette detenuti hanno chiesto di costituirsi parti civili nel processo con rito abbreviato a carico di don Alberto Barin, l'ex cappellano del carcere milanese di San Vittore accusato di violenze sessuali su 12 immigrati che erano rinchiusi nella casa di reclusione. Il processo davanti al gup di Milano Luigi Gargiulo è iniziato martedì mattina.

Don Barin, arrestato il 20 novembre 2012, e che ha poi ottenuto i domiciliari, era presente in aula, assistito dall'avvocato Mario Zanchetti. All'inizio dell'udienza i legali di sette detenuti hanno presentato la richiesta di costituzione di parte civile per chiedere i danni all'ex cappellano che, secondo le indagini del procuratore aggiunto Pietro Forno e dei pm Daniela Cento e Lucia Minutella, avrebbe fatto leva sulla necessità dei detenuti di avere piccoli beni, come shampoo e sigarette, per vivere meglio in cella, e in cambio avrebbe chiesto e ottenuto favori sessuali.

Dodici le vittime in totale, secondo le indagini, dal 2008 al 2012. Due detenuti che avrebbero subito abusi si sono presentati in aula, accompagnati in manette, con i loro legali; inoltre è arrivato un altro immigrato non più detenuto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento