Facoltosa signora lascia in eredità 375mila euro al canile di via Aquila

Donata Maria Ghezzi ha disposto espressamente nel proprio testamento che l'intera cifra fosse destinata al canile/gattile. Ma non è l'unica: i milanesi amano aiutare gli animali

Il fortunato canile si trova in via Aquila

A Milano l'amore per gli animali sembra non avere confini. Nell'ultimo anno le donazioni di denaro o di cibo per gli ospiti a quattro zampe del Parco Canile del Comune sono state diverse e, in alcuni casi, anche molto importanti. 

L'ultima donazione, in ordine di tempo, risale a mercoledi' scorso. Una signora milanese, Donata Maria Ghezzi, ha lasciato in eredita' al Comune ben 375 mila euro, disponendo espressamente nel proprio testamento che l'intera cifra fosse destinata al canile/gattile di via Aquila. L'acquisizione della somma al patrimonio del Servizio Tutela Animali dell'Amministrazione comunale e' avvenuta con delibera di Giunta, che ha dato seguito alla volonta' della signora Ghezzi destinando i 375mila euro alla cura di tutti i piccoli ospiti del canile.
 
''Desidero rivolgere il mio ringraziamento dal profondo del cuore alla signora Ghezzi - ha dichiarato Chiara Bisconti, assessora al Benessere e Qualita' della vita e delegata dal Sindaco alle Politiche per gli animali - perche' ha voluto donare una cifra cosi' importante a un servizio pubblico come il Parco Canile di Milano. Questo gesto nobile e generoso e' un vero e proprio atto d'amore non solo verso gli animali ma verso l'intera citta': un gesto che fa onore alla memoria di questa nostra cittadina''.
 
Lo scorso maggio un'altra signora milanese, Cesarina Maccagnan, aveva donato tutto il suo patrimonio al Comune di Milano, devolvendo 60mila euro al Parco Canile: anche in questo caso la somma ha permesso di aumentare gli interventi a favore degli animali abbandonati.
 
Infine lo scorso dicembre, pochi giorni prima di Natale, era arrivato al Parco Canile di via Aquila un furgone carico di cibo di ottima qualita' per tutti i cani e i gatti ospiti della struttura: pregiate scatolette di bocconcini e croccantini per un valore complessivo di duemila euro. Anche in quell'occasione l'autrice del dono era una signora milanese che, pero', non aveva voluto in alcun modo rendere nota la propria identita'.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in Duomo: uomo armato di coltello prende in ostaggio guardia giurata, arrestato

  • Disavventura per una famiglia di Milano, trova la casa delle ferie devastata e occupata

  • Coronavirus, tamponi e mini isolamento per chi torna da Spagna, Grecia, Malta e Croazia

  • Milano, violenta rissa in strada: il video choc dei residenti che seguono tutto dalle finestre

  • Milano, l'ospedale in Fiera pronto alla trasformazione: arrivano anche gli ambulatori

  • Tragedia in vacanza, turista milanese morto dopo un tuffo in acqua: ha sbattuto la testa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento