Cronaca

La Lombardia è la prima regione italiana per il consenso alla donazione degli organi

Le statistiche aggiornate a gennaio 2018

Repertorio

Quasi seicentomila lombardi hanno dato il loro consenso alla donazione di organi. In tutta Italia sono meno di 2,4 milioni, il che significa che un italiano su quattro che ha dato il consenso è lombardo. In Regione si parla di 80 mila cittadini in più rispetto al mese di febbraio del 2017. I dati sono aggiornati al 4 gennaio 2018. 

La Lombardia è prima in Italia per la disponibilità a donare: segue l'Emilia Romagna (312 mila consensi, 50 mila in più in un anno), poi il Veneto (282 mila). Il consenso può essere espresso nelle sedi dell'Aido (l'associazione per la donazione di organi, tessuti e cellule), delle aziende sanitarie o nelle sedi anagrafiche dei Comuni. 

Notevole l'aumento delle espressioni di volontà nelle sedi anagrafiche dei Comuni. In Italia quelle depositate nelle sedi anagrafiche sono quasi raddoppiate e ora sono 817 mila, in Lombardia si è passati da 85 mila a 156 mila. Milano è il secondo Comune dopo Roma per numero di consensi alla donazione (43 mila dichiarazioni di cui 35 mila consensi e quasi 8 mila opposizioni). Ma ben 94 Comuni lombardi hanno registrato il cento per cento di consensi sulle dichiarazioni presentate.

Il trapianto di organi oggi è un programma terapeutico consolidato con una qualità in Italia tra le migliori a livello europeo: la percentuale di sopravvivenza, a cinque anni dal trapianto, oscilla mediamente tra l'80 e il 90 per cento. «Soltanto continuando ad agire in questa maniera - ha spiegato Silvana Crepaldi, presidente dell’Aido della provincia di Milano - avremo una concreta possibilità di abbattere le liste d'attesa per i pazienti in attesa di un organo per poter continuare a vivere. Ad oggi sono 9107 le persone in lista d'attesa che soffrono – ha proseguito - e i trapianti che ogni anno si riescono a fare sono sempre un numero troppo basso. Il 2017 si è chiuso con oltre 3900 trapianti, di cui 400 circa tra viventi. I dati definitivi saranno disponibili a marzo, ma il trend stabilizzato negli ultimi anni è di circa 3 mila interventi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lombardia è la prima regione italiana per il consenso alla donazione degli organi

MilanoToday è in caricamento