menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Pisapia e la sua sfida

Il sindaco Pisapia e la sua sfida

"Ok il secchio gelato, ma donate sul serio"

"L'unico modo per aiutare la ricerca contro la Sla è donare. Sul serio". Massimo Mauro dagli uffici milanesi di Aisla rilancia la sfida del secchio ghiacciato

Impazza in questi giorni l"Ice Bucket Challenge", in italiano "la sfida del secchio ghiacciato". Il gioco è semplice: versarsi acqua gelata addosso.

Iniziata il 15 luglio in Usa, come una generica prova di coraggio volta a promuovere raccolte di fondi per delle iniziative benevole, la sfida è stata trasformata in una campagna di sensibilizzazione verso la Sla, sclerosi laterale amiotrofica.?

In America sembra che l'iniziativa funzioni. Grafici alla mano, le donazioni per la ricerca contro la patologia sono aumentate in modo vertigionoso. 

Ma l'Italia corre più lenta. E un gioco di sensibilizzazione rischia di essere una goliardata fine a sè stessa. 

Dagli uffici milanesi dell'Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica) fanno sapere a MilanoToday che non si è notato in queste settimane un aumento "enorme" di elargizioni. "Negli ultimo dieci giorni la raccolta fondi nazionale supera i 26mila euro - dicono -. Siamo lontani dai numeri americani, ma confidiamo che si possa ancora fare molto e aumentare il dato. Ringraziamo le persone che ci hanno fatto i bonifici e invitiamo altri donatori ad aggiungersi". 

Si spera che grazie alla viralità "e genialità" della trovata, così la definisce il presidente dell'associazione Massimo Mauro, si riesca a invertire la tendenza su questa "terribile malattia che troppo spesso viene ignorata". Così è stato rilanciato un video che vede come protagonista proprio il presidente Mauro.

Non ha mancato di far sentire il suo apporto anche Giuliano Pisapia, il sindaco di Milano. Il quale, dal suo luogo di villeggiatura, si è preso la secchiata gelata addosso. ?

Ma la verità è che non basta un po' di ghiaccio per sconfiggere questa "bestia". Servono ricerca e risorse. E il solo modo per far sì che questo accada, per sostenere le oltre 6mila persone in Italia che sono affette dalla Sla, è donare dal sito dell'Aisla. Sul serio. Anche davanti a una stufa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fedez ha asfaltato i consiglieri leghisti Lepore e Bastoni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento