rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca Duomo / Via Tommaso Marino

Milano, terrore in Duomo: donna aggredita alle spalle e buttata a terra, è "caccia" all'uomo

L'aggressione in via Tommaso Marino tra venerdì e sabato. Vittima una donna di 30 anni

È stata aggredita alle spalle e spinta a terra con forza. Ma nonostante la paura, ha trovato il coraggio di opporsi, di resistere e di mettere in fuga quell'uomo. E poi, con lo stesso coraggio, ha raccontato tutto prima al suo compagno e poi agli agenti. 

Notte di terrore quella tra sabato e domenica per una donna di 30 anni, una giovane albanese senza fissa dimora, che è stata vittima di una tentata violenza in pieno centro a Milano. L'allarme è scattato alle 7 del mattino, quando il fidanzato della 30enne ha fermato una pattuglia della Locale in piazza San Fedele, la stradina tra palazzo Marino, il Duomo e la Scala dove da qualche mese i due vivono dopo essere rimasti senza casa. 

Ai ghisa - che già conoscevano la coppia proprio per la loro fissa presenza in zona, che mai ha causato problemi -, la donna ha raccontato di essere stata aggredita verso le 4 nella vicinissima via Tommaso Marino. La 30enne ha spiegato di essersi allontanata per un attimo dal giaciglio che divide col compagno e di essere stata sorpresa alle spalle dall'aggressore, che l'ha buttata a terra con ogni probabilità nel tentativo di violentarla. 

Fortunatamente la vittima è riuscita a divincolarsi ed è tornata dal compagno, mettendosi in salvo. Quando gli agenti l'hanno soccorsa, presentava escoriazioni al volto, alle mani e alle ginocchia, tanto che è stata medicata dal 118 e poi accompagnata al pronto soccorso del Policlinico. L'aggressione potrebbe essere stata ripresa dalle telecamere di video sorveglianza - ce ne sono tante in centro - e sabato sera la Locale ha fatto sapere in una nota che erano in corso le ricerche dell'uomo e che erano già state acquisite le immagini degli occhi elettronici. 

Stando a quanto appreso, già nel pomeriggio un sospettato - un ragazzo centrafricano - è stato portato nel comando di via Custodi per essere identificato e fotosegnalato, per verificare se sia stato proprio lui ad entrare in azione la notte precedente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, terrore in Duomo: donna aggredita alle spalle e buttata a terra, è "caccia" all'uomo

MilanoToday è in caricamento