menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazza di 20 anni annega davanti alla madre: a nulla sono serviti i soccorsi

Il fatto è avvenuto nel Varesotto

Una donna di vent'anni, di origini marocchine, residente a Besozzo con la famiglia, è morta poche ore fa dopo un tuffo nel lago Maggiore, in provincia di Varese.

Non sono note le cause che hanno portato all'annegamento della giovane. Il corpo senza vita è stato recuperato da un soccorritore marittimo ('rescue swimmer') della Guardia costiera a circa sei metri di profondità. La ragazza era in compagnia della famiglia sulla spiaggia di Arolo di Leggiuno e l'allarme è stato lanciato da un bagnante che l'ha vista sbracciarsi pochi minuti dopo essersi immersa nelle acque del lago. Era in difficoltà e non riusciva a tornare a riva. Alla straziante scena ha assistito la madre 41enne che nulla ha potuto. La donna, alla scomparsa della figlia nelle acque, ha poi avuto un malore. 

Sul posto si sono anche recati i vigili del fuoco e i carabinieri di Laveno Mombello e Angera.

I soccorritori del 118 - con l'intervento dell'eliambulanza da Como - hanno solo potuto certificare la morte per annegamento della giovane donna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento