Cronaca

Soffocata da boccone al pranzo di Ferragosto: milanese in vacanza muore dopo tre giorni

Il dramma il 15 agosto in Val Vigezzo, in un ristorante di Craveggia. Donati gli organi

Era a pranzo con gli amici per Ferragosto, ma un boccone l'ha soffocata. Non ce l'ha fatta la 73enne milanese che il 15 agosto era rimasta soffocata mentre mangiava in un ristorante di Craveggia, uno dei borghi più noti della Val Vigezzo. 

La donna, che si trovava in villeggiatura proprio nella valle dell'Ossola, si era strozzata con un boccone di cibo. A prestarle immediatamente soccorso un infermiere che stava pranzando nello stesso locale: le condizioni della donna però erano apparse da subito critiche, tanto che il 118 l'aveva immediatamente elitrasportata all'ospedale di Domodossola, dove era stata ricoverata in rianimazione in gravi condizioni. 

La donna, a causa della prolungata carenza di ossigeno al cervello, era entrata in coma praticamente subito. Domenica mattina sono svanite anche le ultime speranze. I medici non hanno potuto più fare nulla per lei e la famiglia ha deciso per l'espianto degli organi. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soffocata da boccone al pranzo di Ferragosto: milanese in vacanza muore dopo tre giorni

MilanoToday è in caricamento