rotate-mobile
Domenica, 10 Dicembre 2023
Cronaca Sempione / Via Angelo Poliziano

Mistero nel ristorante: donna si sveglia nuda su un tavolo, si indaga per violenza sessuale

L'intervento poco dopo le 5 in via Poliziano. La donna, 31 anni, è stata accompagnata alla Mangiagalli. Indagano i carabinieri

La telefonata parte alle 5.14. Alba di sabato. Alla cornetta c'è una donna, una 31enne italiana. È in un ristorante del centro di Milano, a due passi da corso Sempione. È chiusa lì dentro. Arrivano i carabinieri del nucleo Radiomobile, che entrano e la trovano su un tavolo. Nuda.

Mistero nella notte tra venerdì e sabato in pieno centro città, dove una ragazza è stata soccorsa all'interno di un locale ed è poi stata accompagnata alla clinica Mangiagalli per tutti gli accertamenti del caso. Stando a quanto ha potuto ricostruire MilanoToday, la vittima avrebbe allertato il 112 proprio dal telefono fisso del ristorante e avrebbe poi aperto una finestra per chiedere aiuto, facendo così scattare l'antifurto.

Ai primi militari arrivati sul posto, avrebbe raccontato di aver cenato lì per una festa con una quarantina di amici e colleghi per il compleanno di un uomo che lavora in un altro locale del centro, molto noto. I suoi ricordi arriverebbero fino all'una, quando sarebbe stata tagliata la torta. Da lì in poi il buio. È stata lei stessa invece a spiegare di essere arrivata verso le 21.40 e di aver lasciato l'auto parcheggiata non troppo distante.

La donna, che ha anche ammesso di aver assunto sostanze stupefacenti, è stata quindi trasportata alla Mangiagalli per le verifiche. Primo passo sarà accertare chiaramente se sia stata costretta a subire rapporti sessuali. I vestiti, ritrovati in un bagno insieme alla borsa con all'interno chiavi della macchina e cellulare, sono stati sequestrati e saranno analizzati. Resta da capire come la 31enne si sia ritrovata chiusa nel locale, al cui interno ci sono delle telecamere. 

"Siamo stati svegliati dai carabinieri, siamo completamente sorpresi, dovete chiedere a loro", le parole dei titolari del ristorante. Il locale, un ristorante con doppio ingresso e otto finestre sia su corso Sempione sia su via Poliziano, è molto grande, e presenta un salone privato al seminterrato dove si è svolta la festa a cui ha partecipato la 31enne. "Noi abbiamo chiuso normalmente", hanno assicurato i ristoratori. 

Nel pomeriggio di sabato, dopo le analisi in clinica, la donna ha formalizzato la querela. Dai primi riscontri è emerso che ha delle ecchimosi sulle gambe, ma i suoi ricordi sono ancora offuscati. Una mano potrebbe arrivare dalle immagini registrate dalle telecamere di sicurezza. Sembra che dai filmati si veda la ragazza entrare in bagno più o meno all'una per poi uscire, già nuda, soltanto al momento in cui dà l'allarme. Prima che il locale chiudesse, altre persone sono entrate nella toilette e gli investigatori sono ora al lavoro per identificarle tutte.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mistero nel ristorante: donna si sveglia nuda su un tavolo, si indaga per violenza sessuale

MilanoToday è in caricamento