menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donna molestata mentre torna dall'ospedale: aggredita e palpeggiata da un maniaco

Il blitz del maniaco verso le 22 del lunedì di Pasquetta. La vittima ha messo in fuga l'uomo

Ha sorpreso la sua vittima alle spalle. L'ha seguita e ha "colpito". Ma poi, quando lei ha reagito, è fuggito. Maniaco in azione lunedì sera a Milano, dove una donna è stata palpeggiata in strada da un uomo che è poi scappato dopo la reazione della sua preda designata.

Il blitz dell'aggressore è avvenuto verso le 22 di Pasquetta poco lontano da piazzale Loreto. Stando a quanto appreso, la vittima - una 30enne che stava tornando a casa dopo il suo turno di lavoro in un ospedale milanese - sarebbe stata seguita per qualche metro e poi palpeggiata con violenza dall'uomo. 

Nonostante lo spavento, la donna ha avuto il coraggio di reagire e le sue urla hanno messo in fuga l'aggressore, che si è allontanato. È stata lei stessa, poi, a chiedere aiuto al 112, che ha inviato sul posto diversi equipaggi del nucleo radiomobile. I carabinieri hanno raccolto la denuncia della vittima, che ha anche fornito una sommaria descrizione del maniaco. I militari hanno fatto un giro in zona alla ricerca dell'uomo, ma per il momento l'aggressore è riuscito a fuggire. La 30enne fortunatamente non ha avuto bisogno di ricorrere alle cure del pronto soccorso. 

La notte precedente, quella tra sabato e la domenica di Pasqua, un'altra donna - una ragazza di 19 anni - era stata aggredita da un maniaco mentre tornava a casa sua, a Cinisello Balsamo. La giovane era stata immobilizzata e buttata a terra subito dopo essere scesa dal bus da un uomo che aveva poi tentato di abusare di lei. A entrare in azione era stato un 22enne, cittadino egiziano, che ora si trova in cella. A salvare la studentessa erano state le urla di una testimone dal balcone, che avevano costretto l'aggressore a fuggire. La sua corsa era però finita pochi minuti dopo, quando i carabinieri l'avevano trovato poco distante e arrestato con l'accusa di violenza sessuale aggravata e lesioni personali. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento