Milano: bevono alcolici in strada ma non si può per il Covid, multati dalla polizia

E' successo in via Padova giovedì sera. Controlli anche di pomeriggio e nel resto della città

Sequestri di droga e 179 persone controllate dalla polizia in varie zone della città di Milano nella giornata di giovedì 29 ottobre. Il sequestro principale è avvenuto al Parco Sempione, dove gli agenti del commissariato Centro e del reparto prevenzione crimine hanno trovato 13 grammi di marijuana e 18 di hashish nascosti, pronti per essere recuperati dai pusher in caso di necessità.

Denunciato un uomo del Marocco sorpreso con alcune dosi di marijuana, mentre un senegalese è stato segnalato alla prefettura come consumatore. In tutto, in zona Sempione, sono state controllate 43 persone e 18 automobili. Tra i controllati un congolese senza documenti, portato in questura per essere identificato. Questo nel pomeriggio.

Nella zona di piazzale Loreto, Nolo, viale Monza e via Palmanova, sempre nel pomeriggio di giovedì, sono state invece controllate 113 persone da parte del commissariato Villa San Giovanni, degli agenti dell'Upg e del reparto prevenzione crimine. Uno dei controllati, un tunisino, è stato portato in questura per l'identificazione e poi denunciato per falsa attestazione a pubblico ufficiale: aveva fornito false generalità. Nel Parco Martesana i poliziotti hanno trovato tre grammi di marijuana e 3,4 grammi di hashish, nascosti come al Parco Sempione e pronti "all'uso" da parte dei pusher.

Infine, giovedì sera in via Padova gli agenti hanno multato tre persone per consumo di bevande alcoliche in strada, vietato dalle ordinanze di Regione Lombardia anti-Covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento